BENVENUTO NEL PORTALE DI ASSISTENZA
SULLA FATTURAZIONE ELETTRONICA


Qui puoi trovare molte risposte ai tuoi dubbi e procedure operative rispetto al gestionale che utilizzi.

FASE I - Prendi visione di tutti i dubbi già emersi e delle relative risposte

 

FAQ - Fatturazione Elettronica - e/

Notifica di Mancata Consegna (MC). La mia fattura è stata emessa?
La notifica di Mancata Consegna è un messaggio che lo SDI invia al trasmittente per segnalare la temporanea impossibilità di recapitare la Fattura Elettronica al destinatario. La suddetta ricevuta viene inviata nel caso in cui, pur essendo individuato un canale di recapito, lo stesso non è possibile per cause tecniche (ad esempio casella PEC piena o canale non attivo). Il soggetto trasmittente dovrà comunicare al cliente la disponibilità del documento nel sito dell'Agenzia delle Entrate, sezione Fatture e Corrispettivi. Al messaggio si allega una copia analogica o informatica della fattura.
Notifica di Scarto: posso modificare la fattura?
Con la Notifica di Scarto (NS), il Sistema di Interscambio ci comunica che la nostra fattura non ha superato il controllo di validità sintattico, pertanto il documento non può essere considerato emesso. E' possibile quindi modificare e correggere la fattura direttamente dal gestionale, secondo la tipologia di errore segnalato dallo SDI, mantenendo inalterato il numero e la data della fattura, a patto che non si abbia già provveduto alla registrazione in contabilità. In caso contrario, sarà necessario emettere una nota di credito interna effettuando le annotazioni rettificative sui propri registri. Tale nota di credito potrà essere inserita direttamente dal menu prima nota (non rendendosi necessario l'invio della stessa allo SDI). Sarà quindi possibile emettere una nuova fattura correttiva, recante nuovo numero, eventuale nuova data ma con identica rappresentazione commerciale.
Entro quanto tempo Agyo invierà la risposta dello SDI?
I tempi di emissione entro i quali il Sistema di Interscambio comunica l'esito di emissione risultano variabili da pochi minuti a 5 giorni, anche in conseguenza dei momenti di elevata concentrazione degli invii e prescindono completamente da Agyo®.
Fattura attiva e generazione prima nota: cosa cambia?
L'elaborazione della fattura d'acquisto all'interno del sistema di e/Ready rimane essenzialmente invariata. Senonché la generazione della primanota sarà possibile solo dopo che il Sistema di Interscambio ci comunica, con la Ricevuta di Consegna (RC), che la fattura elettronica è stata correttamente recapitata al destinatario. Con il rilascio della nuova versione di e/Ready 02.18.06, saranno disponibili nuove funzioni, tra le quali sarà possibile registrare la fattura in contabilità, indipendentemente dalla Ricevuta di Consegna.
E' possibile scaricare massivamente le fatture elettroniche?
Per effettuare un download massivo delle fatture ricevute dal portale Agyo è necessario utilizzare il Directory Analyzer. E' possibile scaricare tale programma dal dalla sezione HELP tramite il seguente link: https://agyo.elevio.help/it/articles/171-agyofatturazione-e-il-directory-analyzer
Come registrare il proprio Codice Destinatario nel cassetto fiscale?
Inserire le credenziali per accedere a Fatture e Corrispettivi, raggiungibile al link https://ivaservizi.agenziaentrate.gov.it/portale/; cliccare sulla voce "registrazione dell’indirizzo telematico", dove si riceveranno tutte le fatture elettroniche. A questo punto andrà selezionata la preferenza “Codice Destinatario” e riportato il codice che vi sarà già stato fornito. Quindi procedere al salvataggio.
E' obbligatorio registrare il Codice Destinatario nel sito dell'Agenzia delle Entrate?
Non è obbligatorio, ma consigliabile.Abbinando il Codice Destinatario alla Partita IVA nel sito Agenzia delle Entrate, lo SDI invierebbe automaticamente tutte le fatture elettroniche a quell'indirizzo registrato a sistema. In questo modo non sarebbe più necessario comunicare dati come l'indirizzo PEC o il Codice Destinatario ai fornitori. La fattura elettronica risulterebbe correttamente emessa e ricevuta nella piattaforma SDI di riferimento o mediante integrazione con il software gestionale.
AGYO: Posso ordinare le fatture progressivamente per numero?
Il portale AGYO permette di utilizzare dei filtri per ordinare le fatture per numero.
In che stato deve essere la fattura elettronica per essere contabilizzata?
Il gestionale E/ permette di contabilizzare le fatture elettroniche attive nel momento in cui superano i controlli del Sistema di Interscambio, e possono quindi essere considerate emesse.
 

FASE II - Visita il portale generale sulla fatturazione elettronica

 
 

FASE III - Guarda il webinar del 20 dicembre 2018

 
 

FASE IV - Sfoglia le slides del webinar del 20 dicembre 2018

 
 

FASE V - Consulta gli errori di compilazione più diffusi

TIPO DI ERRORE
DESCRIZIONE
CORREZIONE
DATI ORDINE/IMPEGNO
The element “DatiOrdineAcquisto” il campo numero ordine cliente sull’impegno è vuoto
Verificare di avere inserito i riferimenti della fattura relativi all’ordine/impegno (NUMERO E DATA). Si tratta di dati il cui inserimento non è obbligatorio all’interno del programma, è quindi necessario per ora ricordarsi di effettuare tale operazione.
CAMPO NATURA IVA
Sulla riga di dettaglio n. 1 con aliquota IVA pari a zero deve essere presente il campo Natura IVA
Compilare sia il campo Natura IVA PA sia quello B2B. Entrambi i campi devono essere compilati, anche se si tratta di una fattura B2B.
CARATTERI RIFIUTATI
The "Descrizione" element is invalid. The value “” is invalid according to its datatype.
Il messaggio segnala un errore dovuto alla digitazione di caratteri non accettati dal sistema (The value “” is invalid). Nel caso in questione è stato digitato il pulsante INVIO nel campo delle note, generando degli spazi vuoti, che il sistema interpreta come errore. Eliminare quindi gli spazi. Si consiglia di controllare la presenza di spazi vuoti all'interno di tutti i campi in cui può essere previsto l'inserimento manuale di testi.
COMPILAZIONE PARAMETRI
L'elemento "DatiGeneraliDocumento" ha un elemento figlio non valido "Data". Elenco di possibili elementi previsti "Divisa".
Per la corretta generazione del file xml delle fatture elettroniche occorre quindi valorizzare preventivamente il campo ‘Codice ISO’ sull’archivio Valute di E/; ad esempio per la valuta Euro indicare il valore “EUR” nel campo ‘Codice ISO’.

Per ulteriori approfondimenti, scarica la guida sulla fatturazione elettronica